Alternative opensource a Nero Burning Rom

Come ho già detto nel mio primo articolo non sempre i programmi a pagamento sono i migliori in assoluto; un classico esempio ci è fornito dai software di programmazione. Il primo e più famoso programma per la masterizzazione dati che ci viene in mente è certamente Nero Burning Rom. Ma non è certo l’unico;

perché scaricare copie illegali del famoso programma (insieme a qualche virus probabilmente)? Molti altri programmi infatti forniscono i fondamentali strumenti di un masterizzatore senza pesare sulla memoria fisica come il famoso Nero.Quelli che vi mostrerò sono 2 dei programmi assolutamente gratuiti Cdburnerxp e Totaly free burner. Vediamoli in ordine di complessità.

 

Il primo pesa in memoria solo 3MB in più rispetto al secondo (contro i 300 e passa di Nero), ma solo perché offre la possibilità di finalizzare il disco o di lasciarlo “aperto” per aggiunte di dati future. Cominciamo scaricando il programma alla pagina http://cdburnerxp.se/it/download e avviamo l’installazione. una volta fatto ciò e avviato il programma ecco come ci appare.

Da qui possiamo scegliere ogni tipo di masterizzazione.

Disco dati: con dati si intende la maggior parte dei file, tra cui mp3, video, testo, e altri. Clicchiamoci sopra e ci apparirà la nostra schermata di masterizzazione vera e propria, che si differenzia da quella audio solo per qualche dettaglio.

Nella sezione 1 abbiamo gli strumenti dettagliati. Uno strumento particolarmente utile è Mostra informazioni masterizzatore

che appunto ci mostra nel dettaglio cosa la nostra unità disco può fare.

Nella sezione 2 invece possiamo individuare due finestre: quella a sinistra mostra il nostro computer: attraverso questa possiamo navigare fino alla cartella contenente i nostri dati. Nella cartella a destra invece vediamo ciò che è contenuto nella cartella.

Nella sezione 3, sempre divisa in due finestre, troviamo informazioni sul disco (a sinistra) nel caso fosse a sua volta suddiviso in cartelle, e la lista dei dati che vogliamo portare su disco ( a destra). Tra gli strumenti di questa sezione vediamo anche un elenco a tendina da dove possiamo selezionare il masterizzatore che preferiamo (nel caso ne avessimo più di uno). Possiamo aggiungere elementi alla compilation sia trascinandoli col mouse fino a dove ci interessano (ovvero nella sezione 3) sia selezionandoli nella sezione 2 e cliccando aggiungi tra gli strumenti della sezione 3. è ovvio che per togliere un file di troppo o clicchiamo su cancella o lo selezioniamo e premiamo canc. Per masterizzare clicchiamo su masterizza (ma và?). Il tasto cancella, se il disco lo permette (se è quindi riscrivibile), pulisce il cd o dvd eliminando tutto ciò che vi era all’interno.

Nella sezione 4 invece abbiamo una barra nera che indica il livello di occupazione del disco inserito. Sia che si tratti di un cd o di un DVD il programma lo rileva automaticamente e fin quando non si eccede la dimensione del disco la barra diventa verde, una volta superato il limite la barra comincia a diventare rossa. Sempre in questa sezione, e sotto la barra di occupazione, troviamo una barra che ci da qualche informazione sommaria del disco inserito.

Disco dati: è essenzialmente uguale, ma si differisce solo dal fatto che la barra di occupazione mostra i minuti e non i MB.

Masterizza immagine iso: qui la questione è abbastanza intuitiva; dobbiamo solo scegliere la nostra immagine da masterizzare e cliccare su avvia.

Copia disco: se clicchiamo una sola volta dobbiamo specificare se stiamo copiando un disco dati o un disco audio.

Cancella disco: né più né meno di ciò che offre il pulsante nella schermata di masterizzazione, solo in maniera più immediata.

TOTALLYFREEBURNER

Come prima scarichiamo il programma dalla pagina apposita http://www.sabsoft.com/TotallyFreeBurner.htm e avviamo l’installazione. come già detto prima il programma pesa solo 3MB, ma presenta alcune pecche per alcuni fastidiose:la prima è l’imposizione di dovere aspettare 30 secondi prima di poterlo utilizzare, se si sceglie di utilizzare la versione free.

La seconda è appunto l’impossibilità di lasciare il disco aperto a masterizzazioni future.Una volta passati i 30 secondi ecco come si presenta il programma.

La semplicità e disarmante: facciamo la nostra scelta ed ecco la schermata di masterizzazione: basta selezionare add per aggiungere file e remove per eliminarli. Anche qui si può utilizzare il semplice mouse o il tasto canc. In basso a sinistra di questa schermata vediamo anche il tasto Erase che consente di ripulire il cd nel caso sia riscrivibile.

Con questo credo di avervi detto tutto ciò che era necessario; come al solito se avete accorgimenti, commenti o chiarimenti da fare utilizzate i commenti o contattateci.