Barra Mac su Windows

 

Rocketdock

Ecco uno strumento utile e divertente che ci permette di avere sempre a portata di mano i nostri collegamenti più importanti e a tenere in ordine il desktop, oltre a dare al nostro windows quel pizzico di allegria Mac che non guasta mai.

Il programma è scaricabile dalla pagina http://rocketdock.com/download da cui sono anche scaricabili nuove icone e nuovi skin, ma potremmo addirittura crearceli da soli le icone, grazie semplicemente a Paint.net che tratto in un altro post.

Il programma in attivo si presenta in questo modo:

L’effetto come vedete è gradevole, inoltre è possibile nascondere in automatico la barra quando non interpellata di modo da render il programma non invasivo.

Ma analizziamo meglio il programma: cliccando col destro sulla barra e selezionando ‘impostazioni barra’ ci appare la seguente schermata:

Nella scheda Generale possiamo effettuare le seguenti scelte:

impostare la lingua, (anche in italiano),

 

attivare all’avvio= il programma si avvierà in automatico dopo l’avvio di windows senza rallentare il vostro avvio.

 

conservare le impostazioni in un file ini= così facendo avrete la possibilità di rendere la barra trasferibile con tutte le impostazioni su un altro computer

 

minimizza finestre nella barra= quando ridurrete a icona un programma questo verrà portato nella barra di rocketdock invece che nella barra delle applicazioni di win

 

disabilita animazione di minimizza= se avete una memoria ram, abbastanza potente e una scheda video nella norma, potete anche lasciare abilitata questa funzione, che potrebbe offrirvi anche effetti parecchio gradevoli

 

indicatore di applicativo in esecuzione= se abilitata questa funzione pone un triangolo nero al di sotto dell’icona rappresentante il programma in uso (personalmente non mi piace)

 

apri istanza di applicazione in esecuzione= questa funzione vi riporta una finestra già aperta del programma, invece di avere, poniamo caso, 10 cartelle ‘Documenti’ aperte.

 

Blocca icone=mi sembra ovvio: evita l’erroneo spostamento o cancellazione delle icone, almeno fino a quando non toglierete la spunta.

 

 

 

 

Nella scheda Icone possiamoa definirele impostazioni grafiche delle icone appunto.

 

Qualità= potete scegliere tra alta, media, bassa, ovviamente la qualità bassa vi mostrerà le icone molto pixelate.

 

Opacità= più è basso questo valore più le icone non selezionate saranno trasparenti, fino a quando non vi passerete il mouse di sopra; zoom opaco invece se spuntato mostra le icone costantemente trasparenti.

 

Dimensioni=modifica la grandezza delle icone, a mio parere le impostazioni iniziale sono perfette.

 

Effetto al passaggio= è ovvio a cosa serve questa opzione, scegliete voi stesso l’effetto che desiderate ottenere.

 

Ingrandimento= determina la dimensione che prenderà l’icona presa in considerazione dal mouse

 

Gamma di ingrandimento= qui potete specificare quante icone verranno coinvolte. Mi spiego meglio: se ponete il mouse su un’icona no si zooma solo l’icona ma anche, in questo caso, le tre adiacenti, in modo da dare un effetto gradevole.

 

Tempo ingrandimento= non credo debba aggiungere altro su questa opzione, è ovvio a cosa serve.

 

 

 

 

Scheda posizione, ci permette di posizionare la barra dove preferiamo.

 

Posizione scehrmo= scegliamo se metterla sopra, sotto, destra, sinistra.

 

Livello= potete scegliere se avere la barra sempre a portata di mano, oppure (tramite l’opzione sempre in ultimo piano) accedervi solo dal desktop.

 

Offset= gli offeset ci permettono di scegliere se mettere la barra più a sinistra, più a destra, più su, o più giu.

 

 

 

 

Scheda Stile; altro punto importante per personalizzare la nostra barra:

 

Tema= essenzialmente è quello che vediamo nello sfondo della barra, io per renderlo più somigliante a quella mac ho preferito lasciarlo bianco, e l’opacità come al solito è la possibilità di scegliere questo stile trasparente o meno, o una via di mezzo, a seconda dei nostri gusti

 

Etichette= possiamo scegliere o meno se visualizzare il nome del programma o della cartella presente nella barra, ma soprattutto possiamo scegliere come visualizzarlo: a partire dal font fino a finire con il colore della scritta.

 

Opacità linea e ombra= arrivati a questo punto della guida mi sembra inutile e noioso ribadire a cosa serve opacità.

 

 

 

Scheda aspetto,riguarda ancora l’aspetto grafico, e potete inoltre scegliere se nascondere in automatico o meno la barra.

 

Evidenzia icona= è l’effetto che volete dare alla vostra icona quando la cliccate, non ce ne sono molti, e secondo me il migliore è il bubble

 

Nascondi barra= se attivate questa opzione scegliete il tempo di comparsa e di scomparsa della barra.

 

Mostra al passaggio del mouse=a essere sincero non ho bene capito a cosa serva, ma ritengo sia per l’attivazione di effetti speciali di certe icone anche esse particolari.

 

 

 

Come ottenere le icone

Sul sito www.rocketdock.com oltre a trovare numerosi programmi aggiuntivi, trovate anche delle bellissime icone, gentilmente offerte dai navigatori e da coloro che utilizzano la barra.

Scaricate il file che vi interessa e posizionatelo nella cartella C:\Programmi\RocketDock\Icons, poi cliccate sulla barra col destro e selezionate impostazioni icona; scegliete quella ce preferite e il gioco è fatto.

 

Come aggiungere le icone sulla barra

avete due modi: o cliccando sulla barra col tasto destro e scegliendo aggiungi elemento, oppure semplicemente trascinando l’elemento che vi serve sulla barra, e poi cambiargli icona, se volete.

 

E con questo credo di aver concluso. se desiderate chiarimenti contattatemi pure.