Come creare un file con password con WinRAR

Fin dai primi tempi internet stupì per la facilità con la quale permetteva di trasferire i dati da un computer all’altro anche se i due terminali erano distantissimi. Purtroppo in seguito si è sviluppata la pirateria informatica e le nostre informazioni non sono più state al sicuro. Ecco quindi come creare un file rar criptato, dove sarete voi stessi a scegliere la password.

Forse qualcuno non sa cosa si intende per file rar. È uno dei metodi più diffusi di compressione file. Quando si parla di un file .rar si intende un insieme di elementi compressi, elaborati in modo da richiedere meno spazio di memoria. Per fare riferimento a tali file viene utilizzata questa espressione perché i file .rar utilizzano appunti l’estensione rar. Il trasferimento dei file rar da un computer all’altro è ovviamente più rapido rispetto al trasferimento di file non compressi. È ovviamente necessario utilizzare un apposito programma per la creazione e compattazione degli archivi. Il più diffuso in ambiente windows è appunto WinRAR il quale è assolutamente gratis per i primi 15 giorni, e successivamente richiede l’acquisto di una licenza, ma ciò non vi impedisce di lavorare con il programma. È solo una finestra pop-up che vi spunta ogni volta che aprite il file. Per creare un file rar selezioniamo i file che vogliamo aggiungere all’archivio, clicchiamo su uno di questi file selezionati col tasto destro del mouse e selezioniamo “aggiungi ad un archivio”.

Si aprirà immediatamente una finestra come questa.

In questo articolo spiegherò solo come creare un archivio criptato, quindi lascio a voi il piacere di studiare questo semplice e intuitivo programma. In questa finestra adesso apertaci possiamo anche dare un nome al nostro archivio. Clicchiamo adesso sulla scheda ‘avanzati’ e selezioniamo parola chiave che vedete cerchiato di rosso nella foto qui sotto.

Nella casella che vi spunterà dovrete inserire la password che preferite (mi raccomando a non dimenticarla).

Le due caselle di spunta che vedete sono abbastanza importanti: se selezionate come ho fatto io la prima, dovrete inserire la password una sola volta e potrete vedere esattamente cosa state scrivendo (vedrete lettere e non pallini o asterischi per intenderci). Selezionando la seconda invece farete in modo che il file sia criptato al 100%. In sostanza se selezionate questa casella, fin dal doppio clic sarà richiesta la password, altrimenti potete vedere che tipo di file sono inseriti nell’archivio ma non potrete effettuare alcun tipo di operazione con quei file finché non inserite la password. In questo modo possiamo caricare un file sui siti di hosting un po’ più tranquilli. Non si sa mai qualche male intenzionato nulla facente si mette a cercare file che non gli appartengono.