Come utilizzare Malwarebytes’ Anti-Malware

Chi come me utilizza un software antivirus free è spesso costretto ad utilizzare un programma ausiliario per proteggersi anche da spyware e malware. Ecco perché oggi vi presento Malwarebytes Anti-Malware.

Dalla nascita dei primi calcolatori elettronici ad oggi i virus si sono evoluti parecchi: siamo partiti da semplici script che modificano la lettera del drive in cui installare il sistema operativo e siamo arrivati agli odierni malware.Si definisce malware un qualsiasi software creato con il solo scopo di causare danni più o meno gravi al computer su cui viene eseguito. Il termine deriva dalla contrazione delle parole inglesi malicious e software e ha dunque il significato letterale di “programma malvagio”; in italiano è detto anche codice maligno; si distinguono molte categorie di malware, anche se spesso questi programmi sono composti di più parti interdipendenti e rientrano pertanto in più di una classe. Il programma che vi presento oggi colpisce per prima cosa per la sua semplicità di utilizzo, ma in seguito vi stupirà per la leggerezza e per la sua efficacia. Esistono due versioni: una versione gratuita, la quale non garantisce una protezione costante e l’aggiornamento automatico, e la versione a pagamento; noi analizzeremo la versione gratuita. Una volta installato il programma ecco come si presenta.

Come vedete è diviso in diversi tab:

scansione: qui possiamo scegliere il tipo di scansione da effettuare. La scansione veloce è appunto rapidissima ed abbastanza efficace, ma non permette di selezionare i driver da analizzare o da escludere come invece consente di fare la scansione completa, ma ovviamente impiega molto più tempo. Se la scansione ha avuto successo dovrete cliccare su Mostra risultati per verificare i file individuati

dalla schermata successiva fate attenzione a ciò che premete, visto che se premete menu principale non verrà intrapresa nessuna azione nei confronti dei file pericolosi, e non verrà neanche salvato il file di log.

Aggiornamento: questo tab va controllato almeno una volta al mese perché è da qui che si aggiorna il programma. Da questa stessa pagina possiamo anche ottenere informazioni sul database attualmente in uso.

Quarantena: i file malevoli individuati vengono spostati in questa sezione in attesa del nostro giudizio. Possiamo scegliere tra ripristina o cancellare/ripristinare un singolo file, oppure cancellare/ripristinare tutti i files presenti in quarantena.

Lista ignora: qui vengono riportati i file che devono essere appunto ignorati durante la prossima scansione per aggiungere elementi a questa lista semplicemente avviate una scansione e cliccate come già spiegato su mostra risultati. Una volta che vi apparirà la lista delle detenzioni cliccate col destro sull’elemento da escludere e cliccate su aggiungi alla lista ignora. Per rimuovere elementi dalla lista spostiamoci sulla lista e clicchiamo su rimuovi o rimuovi tutti.

Impostazione: come vedete vi sono pochissime impostazioni o opzioni da scegliere, ed è anche per questo che il programma risulta estremamente semplice. Tra le opzioni di scansione non credo vi sia nulla da deselezionare, mentre ho preferito selezionare termina internet explorer durante la rimozione delle minacce.

Altri strumenti: in questo tab troviamo un elemento utilissimo FileASSASSIN che si comporta esattamente come unlocker, cioè permette la rimozione di quei file bloccati e spesso infetti.

I restanti tab che non ho menzionato sono di semplicissima comprensione. Ricordate che qeusto non è un antivirus, ma un antimalware e non va assolutamente a sostituire l’antivirus da voi utilizzato ma lo completa.