Primi passi col computer

Questa è una semplice introduzione a chi ha deciso di imparare come usare il computer. I cosiddetti smanettoni non la leggano nemmeno.

la maggior parte dei consigli può essere riferita anche a sistemi operativi diversi da Windows.

Per prima cosa bisogna capire che il computer, per imparare a usarlo, bisogna usarlo; gli errori che commettiamo nel curiosare qua e la tra le impostazioni e le varie schede del nostro sistema operativo ci costringeranno a cercare una soluzione che ci porterà alla conoscenza profonda degli strumenti del nostro pc.

Prima di installare un gioco che potrebbe compromettere la stabilità del sistema operativo ( come ad esempio incompatibilità con schede video o potenza di processore insufficiente ), o un programma che potrebbe entrare in contrasto con un altro già installato, create un punto di ripristino del sistema. Questo è uno degli strumenti più utili per chi usa windows in sostanza permette di riportare il pc indietro a una certa data, reimpostando i valori che il computer aveva in quel determinato giorno. Si rischia però di perdere qualche dato, ma la maggior parte delle volte documenti e file non vengono cancellati.

Per accedere al punto di ripristino (con s.o. winxp ) andate su start->tutti i programmi->accessori->utilità di sistema->ripristino configurazione di sistema. Qui potrete scegliere o di creare un vostro punto di ripristino o di usare uno dei punti creati in automatico dal sistema operativo.

Se utilizzate Vista la procedure è Start>Tutti i programmi>Manutenzione>Centro backup e ripristino.

 

Tenete il desktop ordinato

Soprattutto create una vostra cartella dove avrete i vostri file divisi per tipo.

 

Prima di installare un programma di cui non siete sicuri effettuate una scansione del suddetto programma, e cercate magari riscontri su internet.

 

Se vi venisse in testa l’idea di cancellare programmi dal computer e incappate in qualcosa che non capite documentatevi prima su internet ed effettuate un punto di ripristino (vedi sopra) prima di cancellare.

 

Documentatevi su spyware e malware e proteggetevi di conseguenza. Parleremo in altri post su programmi utili alla protezione da queste minacce, e scoprirete che non ci sono programmi che assicurano la protezione assoluta, quindi molti (come me ad esempio) utilizzano anche due programmi insieme oltre all’antivirus. Se proprio volete essere tranquilli contro virus e simili cambiate sistema operativo e passate a linux.

 

Spegnere e riaccendere: spesso gli informatici sono vittime di barzellette per questo loro metodo di approccio a un problema, eppure è uno dei metodi migliori, ed è la prima cosa da fare nel caso vi si presentasse un problema di tipo informatico. Spegnere e riavviare il sistema operativo, chiudere e far partire di nuovo il programma, disinstallare e reinstallare il driver, staccare e riattaccare la periferica, insomma ricominciare da capo. Ogni tanto è perfino utile formattare l’intero pc.

 

Se avete un hard disk esterno create in esso una cartella contenete gli installer dei programmi più utili e più utilizzati, compresi i driver dei componenti del vostro pc. Nel caso di una formattazione torneranno sicuramente utili, soprattutto perché in un primo tempo sarà impossibile collegarsi a internet (non essendoci driver e quant’altro). Nel caso non possediate un hard disk esterno create comunque un cd contente i driver del pc; in fondo non pesano tanto.

 

Cercate versioni opensource dei programmi: non fissatevi sulle versioni a pagamento, che poi magari cercate di scaricare illegalmente e vi beccate i peggiori virus in circolazioni ( vedi me con il virus “bagle”). Il fatto che un programma sia a pagamento non significa per forza che esso sia migliore “in assoluto” di un programma opensource.

 

 

Per ora è tutto, se mi dovessero venire in mente altri suggerimenti li andrò aggiungendo.