Vlc media player

 

Ecco un ottimo programma per la gestione dei media: il programma è valido sia per Windows che per Linux ed è scaricabile al sito http://www.videolan.org/vlc/ , ma state attenti a scaricare la versione che si adatta al vostro sistema operativo.

 

 

Il programma si presenta con una interfaccia grafica molto gradevole e semplice da utilizzare. Il vantaggio di questo riproduttore rispetto a windows media player è quello che vlc ci consente di vedere la maggior parte dei “tipi” di filmati esistenti in giro, ma è anche un ottimo riproduttore per i formati musicali.

Per avviare la riproduzione di un video o di un mp3 basta trascinare il file interessato sopra la finestra di vlc, ed esso partirà in automatico. Vi è anche il metodo canonico, ovvero tramite media->apri file e poi navigante fino alla cartella che vi interessa, e che contiene il file che desiderate riprodurre. Se state visualizzando un video e desiderate vederlo a schermo intero basta cliccare semplicemente due volte col tasto destro sul video. È possibile usare la tastiera per velocizzare l’utilizzo: aumentare il volume-> tasto ctrl e le frecce su e giu.

Andare avanti o indietro nella visualizzazione-> tasto ctrle le frecce destra o sinistra

 

Un vantaggio rispettowindows media player è la possibilità di ridurrela velocità di riproduzione fin quasi alla visualizzazione di fotogramma per fotogramma. Ciò può essere molto utile: io per esempio, appassionato di arti marziali oltre che di informatica, mi sono divertito a esaminare passo passo certe tecniche effettuate dagli attori. Ovviamente la velocità di riproduzione può essere anche aumentata.

 

Altro potente strumento di cui dispone è il convertitore, col quale potremmo per esempio estrarre l’audio da una tracia video; vediamo come:

 

apriamo la nostra finestra di vlc e in alto a sinistra premiamo su media, e selezioniamo converti/salvara. Clicchiamo su aggiungi, e navighiamo tra le nostre cartelle fino alla selezione del video dal quale vogliamo estrarre l’audio.

Premiamo adesso su converti/salva. Si aprirà ora una nuova scermata con tre sezioni:

sorgente che contiene appunto il file che stiamo trattando;

destinazione dove tramite sfoglia dobbiamo selezionare il punto dove salvare la nostra traccia audio, facendo però attenzione a specificare l’estensione che si desidera dare al file, nel nostro caso .mp3;

impostazioni in questa sezione dobbiamo far scendere il menu a tendina e selezionare il “profilo” da aggiungere al file (si tratta essenzialmente delle proprietà da dare al file) e selezioniamo “audio mp3”. Finalmente premiamo su avvia e aspettiamo che la conversione finisca. Con un procedimento simile è possibile effettuare altri tipi di conversione .

 

per chi utilizza Iphone esiste anche un’applicazione che permette, se pc e iphone sono entrambi collegati alla stessa rete, di usare l’Iphone come un telecomando.

 

Conclusioni: un ottimo programma leggero e semplice da usare, che permette inoltre qualche tecnica avanzata.